Al Mapei Stadium giallorossi in cerca dell’impresa

Terminate le festività e la sosta natalizia che, complice lo sciopero della Lega Pro, hanno tenuto lontano dalle gare ufficiali i giallorossi dal 14 dicembre, il 2020 si apre con una trasferta proibitiva a Reggio Emilia.

La Reggio Audace attualmente si trova al terzo posto nella classifica del girone ed è imbattuta al Mapei Stadium. La squadra di mister Alvini si è presentata subito dalle prime giornate una rivelazione del campionato, dimostrando come una delle piazze storiche del nostro calcio pur da neopromossa si sia riaffacciata al professionismo con ambizione. La squadra granata si presenterà alla gara di domani con qualche defezione (Varone, Rozzio e Scappini) ma potrà già contare sugli acquisti di questo mercato di riparazione, quali Valencia, Favalli e Zamparo.

Tre nuovi arrivi anche in giallorosso, con il tecnico Foschi che ha potuto lavorare sin dai primi giorni del 2020 con Caidi che andrà ad integrare il reparto arretrato e con Zambataro e Shaka Mawuli per la mediana. Un lavoro intenso in questo mese per ridare certezze ad una squadra che stava rendendo meno di quanto ci si potesse aspettare e che vorrà presentarsi a Reggio Emilia alla ricerca di punti per allontanarsi dalle zone calde della classifica e magari per regalarsi la prima gioia su un campo che in 14 precedenti ha visto ben 9 vittorie dei padroni di casa e 5 pareggi.

Agli ordini di Luciano Foschi ci saranno 22 giocatori, assenti Pellizzari per squalifica e Martorelli per infortunio. Selleri e Raffini in dubbio alla vigilia saranno regolarmente in viaggio con i compagni di squadra insieme a Bezzi attaccante della beretti aggregato in prima squadra per l’occasione.

“I miei giocatori sono tutti molto più validi di quanto hanno fatto vedere fino a qui” esordisce Luciano Foschi nella conferenza stampa pre partita che interrompe il silenzio stampa della società “va bene rispettare gli avversari, sappiamo il valore della Reggio Audace, ma non dobbiamo avere paura. Chi ha paura non può giocare a calcio. Noi domani abbiamo la prima opportunità per potere fare dei punti salvezza. Oltre alle qualità dei singoli dobbiamo ritrovare lo spirito agonistico che ci permetta di conquistare il nostro obbiettivo, dove non si arriva con la tecnica dobbiamo arrivarci con la forza, con la testa, questa è la mentalità che dobbiamo avere. In questi giorni ci siamo concentrati sul lavoro sapendo che è l’unica strada che ci può portare fuori dalle difficoltà.”

Direttore di gara: Daniele Rutella (Enna) Assistenti: Alessandro Maninetti (Rovere), Nicola Tinello (Rovigo)

I Convocati:

Portieri: 22 Matteo Cincilla (’94), 1 Andrea Spurio (’98).

Difensori: 11 Ermes Purro (’99), 3 Niccolò Ricchi (’00), 5 Matteo Ronchi (’96), 17 Giacomo Nigretti (’99), 23 Alex Sirri (’91), 25 William Jidayi (’84), 19 Nebil Caidi (’88), 31 Eyob Zambataro (’98), 2 Davide Grassini (’00)

Centrocampisti: 15 Michael D’Eramo (’99), 10 Alfonso Selleri (’86), 24 Vincenzo Mustacciolo (’00), 32 Filippo Lora (’93), 27 Salvatore Papa (’90), 21 Marco Fiorani (’02), 20 Eklu Shaka Mawuli (’98)

Attaccanti: 11 Simone Raffini (’96), 9 Manuel Nocciolini (’89), 26 Giuseppe Giovinco (’90), 16 Stefano Bezzi (’01)