Al Salone dei Mosaici in piazza Kennedy si è riunita l’Associazione Ravenna FC, il motore della rinascita del calcio ravennate

Se negli ultimi mesi il Ravenna FC sta conquistando sul campo i gradi di un ruolo importante nel calcio professionistico alle sue spalle c’è una base solida che fa capo all’Associazione Ravenna Football Club.

La soddisfazione per i risultati recenti della prima squadra non poteva che essere il giusto leitmotiv della serata organizzata lunedì sera nella splendida cornice del Salone dei Mosaici che ha raccolto tutti i membri di questa realtà che con il loro fondamentale contributo hanno permesso la rinascita del calcio cittadino.

Ad aprire la serata è stato il neo Presidente Antonio Venturini che dopo gli onori di casa ha ribadito il fondamentale impegno a sostegno del calcio cittadino, ed ha auspicato una sempre maggiore partecipazione anche allo stadio da parte dei soci e dei tifosi. Gli fa eco il Sindaco Michele De Pascale, che si è complimentato non solo per i risultati dell’ultima stagione ma per tutto il lavoro fatto in questi anni a tutti i livelli “un progetto sportivo che fa dei suoi valori sportivi il suo elemento principale e che rappresenta un messaggio positivo per le future generazioni, dimostrando che è possibile fare sport ad alti livelli mantenendo un modello positivo”. Il concetto del valore viene ripreso dal Presidente del Tribunale di Ravenna, nonché Presidente Onorario dell’ASD Roberto Sereni Lucarelli “un progetto che affianca alla passione i valori fondamentali di pulizia, linearità e trasparenza”

Dal Presidente di Ravenna FC Alessandro Brunelli arriva, oltre al ringraziamento agli associati, un auspicio rivolto ai nostri giovani “Attraverso il grande lavoro che sta facendo la prima squadra dobbiamo ricreare il consenso, soprattutto nei giovani. Abbiamo fatto una cosa eccezionale in questi 5 anni, al di là dei risultati, abbiamo riportato il settore giovanile ad essere un fattore importante e decisivo per il nostro progetto. Vogliamo portare i ragazzi di Ravenna a giocare per il Ravenna!” un pensiero anche a mister Antonioli, al quale vanno i complimenti per essere riuscito a riportare anche quest’anno la squadra a giocare sugli stessi livelli della passata stagione.

Non poteva mancare l’Assessore allo Sport Roberto Fagnani “la passione è il motore di tutto, quella che mettono i ragazzi in campo e quella che mette tutto lo staff e la dirigenza fuori; una passione che non può che essere continuamente supportata dall’amministrazione comunale”.

Annunciate anche le iniziative che in questo 2018 animeranno la città, e che sono diventate un punto fermo dell’agenda ravennate. Tornerà il premio “Non è un pallone per vecchi” che premierà una figura del mondo del calcio particolarmente di ispirazione per i ragazzi, confermatissimo anche “Ravenna Il Calcio nel Cuore”, che quest’anno vedrà la sinergia con la mostra “Il Grande Calcio” che nel medesimo weekend porterà a Palazzo Rasponi dei cimeli unici al mondo delle più grandi gesta calcistiche della storia. Altro fiore all’occhiello il camp in collaborazione con l’Atletico Madrid, iniziative importanti, che richiedono un grande sforzo organizzativo ma che danno il giusto lustro alla nostra realtà cittadina.

A chiusura della serata prima del saluto da parte di una delegazione della squadra composta dai fratelli Elia ed Erik Ballardini, da Alfonso Selleri, Antonio Broso e Carmine De Sena, l’intervento del Direttrore di Ravenna FC Claudia Zignani, che si è soffermata sui risultati importanti avuti anche a livello di valorizzazione del brand Ravenna tramite i social media “siamo passati in meno di due anni da 1 visualizzazione al minuto di nostri contenuti a ben 12, questo imonia come il lavoro fatto dalla struttura di Ravenna FC stia riportando in alto il nome della nostra realtà sportiva a tutti i livelli”.