Il Benelli innevato, ed un avversario uscito quasi indenne da San Siro non sono stati sufficienti a fermare i ragazzi di Antonioli, che riescono a fare bottino pieno contro una squadra progettata per il salto di categoria grazie al gran sinistro dell’attaccante giallorosso

 

Arriva all’interno di una cornice climatica quasi polare il bel successo del Ravenna FC, che al Benelli batte il Pordenone per 1-0 conquistando tre punti fondamentali per la corsa alla salvezza. Il successo è ancora una volta il frutto di una solidissima prova difensiva e di sacrificio di tutta la squadra, che subisce per larghi tratti della partita la supremazia territoriale agli avversari, ma non concede nessuna clamorosa occasione da gol. La rete di Maistrello, ottimo assieme al compagno di reparto Marzeglia nel primo tempo, regala così una gioia più che meritata a tutti i tifosi che hanno deciso di sfidare il freddo e la forte nevicata per sostenere i ragazzi giallorossi

 

LA PARTITA

Primo tempo. Su un terreno di gioco ai limiti dell’impraticabilità, Mister Antonioli sceglie le due prime punte con Marzeglia e Maistrello coppia d’attacco. Il Pordenone prova subito a fare la partita, ma i giallorossi partono corti e molto ben disposti in campo, non subendo più di tanto la supremazia territoriale ospite. Nocciolini crea qualche grattacapo sulla sinistra, ma nei primi 20 minuti nessuna delle due formazioni riesce a rendersi pericolosa. Al 21’ un rimpallo al limite dell’area favorisce Misuraca che calcia però altissimo e al 26’ il Pordenone si fa ancora vedere in avanti per due volte senza però impensierire più di tanto Venturi. Un minuto più tardi arriva però il vantaggio del Ravenna, proprio grazie a una pregevole combinazione tra le due punte, con Maistrello bravissimo a sfruttare un’ottima sponda di Marzeglia e concludere con un diagonale preciso nell’angolino alla sinistra di Perilli. Incassato lo svantaggio i friulani si buttano avanti, ma i padroni di casa si difendono con grande ordine e non concedono assolutamente nulla fino all’intervallo.

Secondo tempo. In apertura di ripresa, mentre si intensifica la nevicata, il Pordenone rientra in campo con grande intensità. Al 49’ il tiro da lontano di Burrai è bloccato facilmente da Venturi, ma è al minuto successivo che il portiere giallorosso deve superarsi, respingendo un insidioso sinistro dal limite di Magnaghi. Il Ravenna di sfruttare gli spazi concessi in contropiede e al nono si fa vedere con Cenci, la cui conclusione su bell’assist di Selleri è deviata in corner. Sugli sviluppi del tiro dalla bandierina è lo stesso Selleri a preoccupare gli ospiti, ma la sua girata termina alta di poco. Al 59’ l’incornata di Nocciolini mette i brividi ai tifosi giallorossi già infreddoliti dalle temperature polari e con il passare dei minuti l’intensità dei giallorossi cala inevitabilmente. Al 74’ Formiconi raccoglie una ribattuta dal limite ma conclude altissimo, mentre la partita si trasforma in un assedio friulano alla porta difesa da Venturi. Il Ravenna concede poco o nulla negli ultimi 30 metri di campo e il portiere giallorosso gestisce nel migliore dei modi tutte le palle vaganti che finiscono in area anche a caso del vento che spazza il Benelli. L’occasione più grossa della ripresa capita quindi sul piede del neo entrato Broso, che all’84’ si inserisce bene in contropiede e viene fermato al limite dell’area da un intervento molto sospetto dell’ultimo uomo Parodi. L’arbitro lascia correre tra le proe dei padroni di casa, che rivedono lo spettro del match contro il Fano quando al 92’ Gerardi dal limite dell’area calcia a fil di palo. Non c’è però più tempo per il Pordenone per creare ulteriori pericoli e il Ravenna può così portare a casa tre punti importantissimi per il morale e per la classifica.

 

LA DICHIARAZIONE

Mister Antonioli commenta così il match: “I ragazzi sono stati molto bravi perché nel primo tempo abbiamo concesso poco e colpito nella prima occasione utile. Nel secondo tempo il Pordenone ha alzato la pressione, ma nonostante il molto possesso palla  non sono arrivate grandissime occasioni. Avevamo bisogno di questi tre punti, perché, anche se le prestazioni erano state buone già nelle scorse partite, per la classifica e per il morale era necessario fare risultato. La scelta delle due punte su un terreno così difficile ha pagato e anche il gol è nato da un bello scambio che avevamo provato in allenamento. Sulla difesa devo dire che è un po’ il nostro marchio di fabbrica e che quando riusciamo a stare concentrati spesso i risultati positivi arrivano. Ora però non dobbiamo fermarci perché già sabato ci aspetta una partita altrettanto impegnativa sul campo di un’altra squadra di grande livello.”

 

IL TABELLINO

Ravenna FC – Pordenone 1-0

Ravenna (3-5-2): 22 Venturi; 4 Venturini, 13 Lelj, 26 Capitanio; 3 Barzaghi (62’ 14 Magrini), 23 Cenci, 24 Piccoli (86’ 20 Sabba), 10 Selleri, 28 Rossi; 9 Maistrello (80’ 7 Costantini), 29 Marzeglia (62’ 17 Broso). A disp.: 1 Gallinetta, 15 Ronchi, 18 Ballardini A., 19 Ierardi, 21 Scatozza. All.: Antonioli.

Pordenone (4-3-3): 1 Perilli; 2 Formiconi (85’ 5 Bombagi), 4 Stefani, 6 Parodi, 3 De Agostini; 21 Misuraca, 8 Burrai, 33 Zammarini (66’ 9 Gerardi); 17 Ciurria (60’ 11 Cicerelli), 27 Magnaghi, 7 Nocciolini. A disp.: 12 Mazzini, 10 Berrettoni, 15 Visentin, 18 Lovisa, 20 Silvestro, 22 Meneghetti, 23 Nunzella, 26 Bassoli. All.: Rossitto.

Reti: 27’ Maistrello

Amm.: 51’ Zammarini, 74’ Stefani, 76’ Capitanio, 90’+2 Costantini, 90’+3 Parodi

Spettatori: 1.029