Il miglior Ravenna di questo inizio di stagione ritrova gol e vittoria, stendendo il Delta per 4-3 al termine di una partita romanzesca. Cuore, carattere, capacità di soffrire e spirito di sacrificio riemergono in casa giallorossa, nel cono di una bella prova d’orchestra, esaltata dagli acuti di Ballardini, vero mattatore del match con una tripletta e un assist per De Vecchis, alla sua prima rete in campionato.

L’inizio del match è tutto, però, del Delta Rovigo che dà un assaggio delle sue enormi potenzialità e al 15’ passa: profonda verticalizzazione per Docente che si scrolla di dosso la ruggine dei tre turni di squalifica trafiggendo Iglio con un chirurgico diagonale: dubbi sulla posizione dell’ex Forlì, scattato sul filo del fuorigioco. Il Delta insiste all’attacco e con Docente e Pera ha sempre due coltelli affilati pronti a far male, ma al 22’ su una strepitosa azione sulla sinistra orchestrata da Ambrogetti e Ballardini, quest’ultimo riceve palla in area e con un destro in corsa a giro infila là dove Gomis non può arrivare, spezzando il digiuno offensivo giallorosso dopo 387’. Antoniacci salva sulla linea un gol già fatto di Pera, poi al 33’ Ballardini telecomanda dalla tre-quarti destra un pallone per De Vecchis che di a anticipa l’uscita di Gomis e mette dentro per il suo primo centro in campionato, dopo quello di mercoledì in Coppa. E’ un match che non concede soste: al 38’ contatto in area tra Iglio e Nigro. Il capitano del Delta sembra accentuare molto gli effetti del contatto ma l’arbitro accorda il rigore, tra le proe giallorosse: Pera zittisce tutti siglando il 2-2.
La ripresa vede un Ravenna pimpante e propositivo e forse l’atteggiamento dei padroni di casa sorprende il Delta, così all’8’ Ambrogetti difende bene un pallone in area e al momento del tiro viene toccato da Cinti: espulsione per quest’ultimo e rigore per il Ravenna. Gomis si supera nel respingere il tiro di Ballardini ma nulla può sul tap-in dello stesso centrocampista. Il doppio vantaggio – nel risultato e numerico – mette le ali al Ravenna che al 19’ va ancora in gol con un’altra pregevole azione: scambio Innocenti-Atzori, il capitano dal fondo mette sul secondo palo dove Ambrogetti chiama al tiro Ballardini: potente tiro e nulla da fare per Gomis. Il Ravenna rifiata e al 31’ sugli sviluppi di un angolo, Castellani indirizza a rete, Innocenti, nel tentativo di allontanare, spedisce nella propria porta. L’assalto finale del Delta – che chiude in nove per l’espulsione di Degrassi – viene contenuto, non senza qualche affanno, dal Ravenna, che può alla fine esultare per un successo pesantissimo e importantissimo per la classifica e per il morale.
Una vittoria meritata, arrivata mettendoci cuore – spiega Alessandro Marsili – ma anche un buon gioco. Finalmente si è visto tradotto sul campo il grande lavoro della settimana. Contro un Delta che ha confermato tutto il suo valore abbiamo saputo interpretare la partita nel modo giusto; abbiamo rischiato il crollo nella prima parte del match ma poi abbiamo saputo reagire, siamo venuti fuori e ho rivisto quel carattere, quella determinazione e quella furia agonistica che ci caratterizzava nella scorsa stagione”.

Il tabellino

Ravenna-Delta Rovigo 4-3

RAVENNA (4-4-2): Iglio; Atzori, Mandorlini, Antoniacci, Leonardo; Guagneli (40’ st Maini), Righini, Ballardini, Ambrogetti; De Vecchis (13’ st Innocenti), Radoi (29’ st Petrascu). A disp.: Marendon, Caidi, Mantovani, Battiloro, Magri, Del Mastio. All.: Marsili.

DELTA ROVIGO (4-3-1-2): Gomis; Busetto (1’ st Di Giovanni), Politti, Villagatti, Degrassi; Cinti, Zane, Nigro; Pradolin (10’ st Gattoni); Docente (23’ st Castellani), Pera. A disp.: Cherchi, Garbini, Bertoldi, Mazzolli, Baldrocco, Boilini. All.: Bagatti.

ARBITRO: D’Angelo di Ascoli Piceno.

RETI: 15’ pt Docente, 22’ pt Ballardini, 33’ pt De Vecchis, 39’ pt rig. Pera, 9’ st e 19’ st Ballardini, 31’ st aut. Innocenti.

NOTE: Al 9’ st Gomis respinge un rigore di Ballardini. Espulsi all’8’ st Cinti per fallo da ultimo uomo, al 10’ st Pradolin dalla panchina, subito dopo la sostituzione, e al 44’ st Degrassi per doppia ammonizione. Ammoniti: Iglio, Busetto. Spettatori 498 (185 paganti, 313 abbonati) per un incasso complessivo di 3745 euro. Angoli: 7-5. Recupero: 2’ e 5’.