Giallorossi escono a mani vuote nonostante un’ottima prestazione

Il Ravenna esce sconfitto dall’Immergas Arena dopo una partita dove ha tenuto le redini del gioco, Burigana, portiere del Lentigione, nel secondo tempo salva a più riprese un risultato che è decisamente penalizzante per i giallorossi.

Gadda sceglie la rapidità di Ndreca e Melandri per dare fiato a Guidone e Marangon dopo la Pistoiese, Lussignoli si riprende il posto davanti alla difesa e Lisi da respiro a Grazioli. All’8’ la prima occasione per il Ravenna, Ndreca prende il tempo a Gozzi e serve Melandri, la conclusione viene deviata in corner. Risponde il Lentigione con il tiro dal limite di Rossi che sfiora il palo. Ravenna che cerca di trovare spazi con le trame di gioco e padroni di casa che cercano di sfruttare le ripartenze. Al 18’ una bella azione manovrata porta al tiro dal limite Lussignoli, Burigana salva in corner. Sul corner battuto da Spinosa maldestra deviazione di Roma che spedisce nella propria rete per il vantaggio del Ravenna. Vantaggio che però dura solo due minuti perché, sempre sugli sviluppi di un corner, è Gozzi a svettare di tes ta trovando la deviazione sotto porta di Agnello per il gol del 1-1. Le proe per la posizione del marcatore in presunto fuorigioco costano un generoso giallo a mister Gadda. Ravenna pericoloso al 26’ doppia conclusione di Ndreca, sulla prima il portiere respinge e sulla seconda blocca. Lentigione che sfiora il vantaggio al 38’ con Micheal che inventa un tiro da oltre venti metri che colpisce prima la traversa poi Venturini ed esce. Si va al riposo in parità. In avvio di ripresa il Ravenna è aggressivo e sfiora la rete con Melandri, anticipato all’ultimo su cross di D’Orsi. Nell’unica sortita della ripresa il Lentigione trova il gol, cross di Micheal per l’incornata di Rossi che non da scampo a Venturini. Anche in questo caso dubbi sulla posizione della palla al momento del cross dalla linea di fondo. Il Ravenna non ci sta, Gadda inserisce Guidone e Marangon e trasforma il Ravenna a trazione anteriore. Il capocannoniere giallorosso ingaggia un duello personale con Burigana rendendosi pericoloso in più occasioni a cavallo della mezz’ora. La prima di tes ta su cross di Capece, fuori di poco, poi su palla servita da Ndreca scappato sulla sinistra che trova il portiere attento. Al 26’ la partita si infiamma, netto fallo di Rossi a centrocampo, il giocatore che già in precedenza era stato graziato dall’arbitro ricevendo solo un giallo su una gomitata data a Rinaldi, anche in questo caso non riceve alcun provvedimento, mandando su tutte le furie la panchina giallorossa. Ne fa le spese Gadda che riceve il secondo giallo ed è costretto ad abbandonare il terreno di gioco. Il Ravenna però continua a creare, al 31’ D’Orsi serve Guidone che di tes ta sfiora la traversa. Di nuovo Guidone al 33’ ci prova con un bel diagonale che trova l’ennesima respinta di Burigana, per distacco il migliore dei suoi, che evita un gol che sancirebbe uno strameritato pareggio. Ravenna che chiude l’anno con l’amarezza per l’ennesima partita dove esce dal campo raccogliendo molto meno di quanto seminato, la classifica al termine del girone di andata segna 27 punti, dall’8 gennaio a Prato un girone di ritorno da affrontare con ancora più ferocia e determinazione per invertire questo trend.


TABELLINO

Lentigione-Ravenna 2-1

Reti: 18’ Roma autogol, 20’ Agnello, 53’ Rossi

Lentigione: Burigana, Iodice, Roma, Agnello, Formato (88’ Sala), Micheal (67’ Muro), La Vigna, Gozzi, Cortesi N., Bertolotti, Rossi (71’ Lattarulo). All. Beretti. A disposizione: Lugli, Ofoasi, Carra, Farinelli, Bonetti, Ferrari.

Ravenna: Venturini, Spezzano (61’ Guidone), Rinaldi, Ndreca, Melandri (61’ Marangon), Abbey, Magnanini, D’Orsi (88’ Grazioli), Lussignoli (90’ Andreani), Spinosa (31′ Capece), Lisi. All. Gadda. A disposizione: Fontanelli, Ravaglia, Pipicella, Boccardi.

Ammoniti: Rossi, Ofoasi, Lussignoli, Rinaldi

Espulsi: Gadda