Macron, azienda leader nella produzione di abbigliamento tecnico sportivo, accessori e merchandising sostiene lo sport ravennate con una nuova iniziativa rivolta al calcio giovanile della città.

L’azienda con sede a Bologna, dopo l’apertura del Macron Store Ravenna lo scorso luglio, rafforza ulteriormente il proprio legame con la città abbracciando il progetto della Franchigia Ravenna Football, che ha scelto di sostenere diventandone partner tecnico. Macron ha provveduto alla fornitura tecnica per i circa 1.000 ragazzi che appartengono al circuito delle società cittadine costituitosi per iniziativa di Virtus Ravenna nell’estate del 2013 e che in un anno è riuscito a coinvolgere ben 10 realtà calcistiche locali (Compagnia dell’Albero, Cral Mattei, Endas Monti, Fornace Zarattini, Coyotes Piangipane, Lido Adriano, Polisportiva Porto Fuori Calcio, Sant’Alberto e Santerno).

Con questo impegno Macron conferma la propria attenzione ai giovani atleti, che rappresentano la speranza più vera per il futuro dello sport in genere ed anche per la crescita di una comunità che pensa alle giovani generazioni. “Macron è un’azienda dalla vocazione internazionale, ma fortemente legata alle proprie radici e al mercato italiano” – afferma Gianluca Pavanello, Amministratore delegato di Macron – “Stiamo investendo in una serie di progetti, non solo sviluppando la rete dei Macron Store, ma anche sostenendo progetti come questo. Per la nostra esperienza posso dire che il modello della Franchigia è un “unicum” nel panorama calcistico ed è un bell’esempio di concretezza nella direzione di crescita sportiva di un sistema sportivo territoriale. Come Macron vogliamo promuovere uno sport che possa insegnare ai giovani il rispetto per le regole, la cultura della fatica e l’impegno per un obiettivo comune, consapevoli di farne degli strumenti per uno sviluppo personale dei ragazzi attraverso lo sport. Da qui la scelta di dare un’opportunità alle centinaia di ragazzi che stanno crescendo all’interno della Franchigia Ravenna Football sotto la regia di Virtus Ravenna.  L’impegno di Macron va nella direzione di supportare questo progetto non solo attraverso la fornitura dei prodotti di abbigliamento e merchandising, ma anche promuovendo altre iniziative sportive e non: queste, oltre a consolidare il Progetto, trovano anche un conuale fondamento e un presupposto di sostenibilità e ritorno proprio nel numero degli iscritti e nella molteplicità delle organizzazioni, con importanti potenzialità di ulteriore espansione. Per esempio, una già sperimentata collaborazione tra realtà sportive milanesi e l’Aston Villa, società a noi legata, potrebbe essere replicata con Virtus Ravenna e il sistema Franchigia”.

 Con questa partnership, il progetto Franchigia incassa un altro importante consenso, a conferma che la scelta di fare rete per un obiettivo comune e per lo sviluppo del settore, unendo forze e risorse, può essere un modello vincente per il futuro dello sport locale. “Siamo orgogliosi di essere arrivati a questo punto del percorso del Progetto Franchigia.” – afferma Luca Minardi, presidente Virtus Ravenna FC – “Oggi l’ufficializzazione di questa collaborazione con Macron rappresenta l’apertura di nuovi scenari per il radicamento e lo sviluppo del Progetto. L’esempio dell’esperienza Aston Villa è solo una delle tante potenzialità che si possono innescare dalla relazione con Macron e con il suo network, sia per la crescita tecnica, sia da un punto di vista organizzativo, promozionale e per il coinvolgimento di altre realtà imprenditoriali. Riteniamo, inoltre, che il progetto si sposi perfettamente e interpreti la ragione d’essere e l’essenza della candidatura di Ravenna Capitale della Cultura (perché lo sport è prima di tutto veicolo di cultura educativa) e di Ravenna Città Europea dello sport (ovvero di culla di progettualità sportiva, anche innovativa). Non trascuriamo in tal senso che Ravenna è una delle città italiana con il maggior numero di giovani che praticano sport di base ed in questo cono si inserisce la necessità di dare sempre nuovi contributi di modelli organizzativi sportivi sostenibili”.

 Ad abbracciare la neonata collaborazione c’è anche Ravenna Sport 2019: “Questo sodalizio con Macron rappresenta un tassello importante per il nostro progetto, partito solo due anni fa, – commenta Alessandro Brunelli, presidente della Cooperativa Ravenna Sport 2019 – “Il connubio con Virtus è stato fondamentale per avviare la ricostruzione del settore giovanile e dare nuova linfa al calcio ravennate; un passo ulteriore nell’ottica di dare continuità a questo progetto è dato dalla Associazione Ravenna Football Club, che vede uniti imprenditori, professionisti e appassionati del calcio ravennati, tutti impegnati in prima linea per dare un futuro al calcio della nostra città. Mi auguro che l’iniziativa di Macron possa essere un esempio per altre imprese, soprattutto del territorio, a dare una mano alla squadra della propria città: il futuro del calcio locale, che stiamo costruendo ha bisogno di appassionati sostenitori che insieme a noi vogliano dare concretezza al calcio ravennate di domani ”.

Sul fronte delle altre iniziative che riguardano la Franchigia, già dal prossimo fine settimana sui campi delle 10 realtà del circuito, accanto all’insegna della propria società, sventolerà anche la bandiera della Franchigia Ravenna Football, a rendere ancora più evidente e solida l’appartenenza al progetto. Inoltre questa sera prende il via il programma tecnico sportivo della stagione per la Franchigia: i tecnici Virtus, divisi per categorie, incontreranno periodicamente i colleghi delle singole società della Franchigia costruendo insieme un progetto tecnico comune. Non solo incontri di approfondimento teorico dunque, ma anche presenza degli allenatori Virtus sui campi delle singole società, ad esempio per allenamenti congiunti. Obiettivi: ampliare le opportunità per i ragazzi delle società e rafforzare il legame tra la società della franchigia ed il settore giovanile del Ravenna.