Risultato troppo punitivo per quanto mostrato dai giallorossi all’esordio casalingo

Non basta una grande prestazione ai giallorossi che per un tempo intero in inferiorità incassano un risultato oltremodo penalizzante per quanto visto sul terreno di gioco. Serpini sceglie la difesa a quattro ed un attacco senza punti di riferimento con Carrasco e Marangon a pungere sulla staticità dei centrali pratesi.

Al terzo minuto, primo affondo e prima grande occasione, sulla sinistra Dorsi scodella un pallone al centro, sul quale arriva in spaccata Carrasco, ma la sua conclusione è alta sopra la traversa

Al tredicesimo di nuovo Ravenna con l’incursione di Abbey che prova a duettare dentro l’area con Marangon ma l’ uno due viene ribattuto in angolo.

In questa fase il Ravenna è padrone della gara ed il Prato ogni volta che prova ad affacciarsi viene rintuzzato. Su una palla riconquistata scatto in profondità di Marangon che prova il tiro dalla distanza ma la conclusione esce di poco. Incredibile occasione al 25’, Spinosa si accentra dalla sinistra e lascia partire un missile sul primo palo, la palla sbatte sulla parte interna del montante, rimbalza sul secondo palo e danza sulla riga con uno strano rimbalzo che non consente a Carrasco di ribadire in scivolata in rete.

Abbey al 32’ si guadagna una bella punizione con uno spunto centrale, sulla palla va D’orsi la cui conclusione scavalca la barriera e rimbalza velenosamente davanti al portiere che si salva in angolo. Risponde il Prato rendendosi pericoloso sugli sviluppi di un corner al 44’ con la girata di Angeli ma Fontanelli para in tranquillità.

Allo scadere della prima frazione il momento che cambia la gara, secondo giallo per Terigi dopo due minuti dopo il primo per un intervento in scivolata eh che l’arbitro reputa da sanzionare e Ravenna che rimane in dieci per il resto della gara.

Sulla conseguente punizione, bella conclusione di Trovade che trova però attento Fontanelli per la respinta in corner.

In avvio di ripresa Serpini inserisce Gigli al posto di Lisi tappare il buco che si era creato in centro della difesa. Ospiti che cercano subito di fare valere la superiorità numerica e si rende pericoloso con un paio di conclusioni, la prima con Giordano Trovade ancora su punizione e la seconda con un cross velenosissimo di Nicoli che attraverso tutta l’area.

Risponde il Ravenna al 55’ con Guidone che prepara bene il tiro dal limite dell’area, ma conclude rasoterra sul primo palo e fa buona guardia Nucci che chiude in angolo. Due minuti dopo Grazioli crossa un bellissimo pallone sul quale si avventa Carrasco di a, nuova bella parata dell’estremo difensore ospite.

Al 62’ una grandissima occasione per il Prato con la traversa colpita da Ba di a scavalcando Fontanelli. Il gol è nell’aria ed il Prato al 65’ passa in vantaggio. Discesa sulla destra di Souare, palla crossata bassa al centro area, la spizza Colombi e, sul secondo palo, arriva Aprili che non dà scampo a Fontanelli.

Ravenna risponde ancora con Abbey al 72’ che, sugli sviluppi di un corner, si inserisce sul lato sinistro della dell’area ma il suo cross rasoterra viene intercettato nuovamente.

Al 76’ il raddoppio del Prato punizione fischiata al limite dell’area sulla quale si presenta Sciannamè che scavalca la barriera e insacca il gol del due a zero. Nonostante il doppio svantaggio e le forze che vengono a mancare sia per la temperatura, sia per l’intensità dell’incontro, il Ravenna prova a scuotersi e cerca la rete che riaprirebbe la gara. Rete che arriva con Abbey al 91’ ma che rende solo meno amara una sconfitta che per quanto visto in campo è del tutto immeritata.

 


TABELLINO

RAVENNA FC – AC PRATO 1-2

Marcatori: 65’ Aprili, 76’ Sciannamè, 91’ Abbey

RAVENNA FC: Fontanelli, Terigi, Carrasco (77’ Rivi), Sabelli, Marangon (52’ Guidone), Abbey, Pipicella, D’Orsi, Spinosa, Lisi (46’ Gigli), Grazioli. A disposizione: Venturini, Montuori, Magnanini, Bachini, Lussignoli, Andreani. Allenatore: Cristian Serpini

AC PRATO: Nucci, Angeli, Colombini, Mobilio (36’ Souare), Aprili, Colombi, Cela (82’ Noferi), Camoaner, Nicoli (62’ Sciannamè), Soldani (66’ Petronelli), Trovade (62’ Ba). A disposizione: Falsettini, Nizzoli, Cecchi, Masini. Allenatore: Giancarlo Favarin

Ammoniti: Marangon, Mobilio, Spinosa, Terigi, Nicoli, Soldani, Aprili

Espulsi: 46’ p.t. Terigi doppia ammonizione

Recupero: 3’ e 4’