Sul terreno della squadra emiliana, in vetta al girone D, i giallorossi cerano conferme sul loro valore e il passaggio agli ottavi di finale

 

Ancora una capolista sulla strada del Ravenna. Dopo aver affrontato e spaventato Mezzolara e Correggese in campionato, domani (alle ore 15, allo Stadio “Levantini” della cittadina emiliana) il Ravenna tasta il polso del Lentigione, attuale leader del girone D, nel match “secco” valido per i sedicesimi di finale della Coppa Italia di categoria. Per la truppa di Antonioli, che in Coppa ha eliminato nel turno precedente un’altra delle big dichiarate, l’Imolese, è un altro probante per ribadire di non essere inferiore alle protagoniste annunciate della stagione. Poi c’è anche una qualificazione agli ottavi da inseguire e qui mister Antonioli è chiaro. “Fin dall’inizio della stagione abbiamo detto che la Coppa Italia era una manifestazione alla quale tenevamo e teniamo, per cui a! ffronteremo questa partita con la volontà di giocarcela, senza timori reverenziali, e col dovuto rispetto per il Lentigione che sta dimostrando tutto il suo valore, per provare a passare il turno. Chiaramente ci vorrà l’atteggiamento giusto e la necessaria intensità. Anche domenica a Scandicci, sotto questo profilo, la squadra ha risposto: avessimo vinto, la classifica avrebbe premiato questo atteggiamento. Continuano a mancarci dei punti ma il tempo per recuperare ed essere protagonisti c’è”.

Nell’esigenza di dare spazio a chi ha giocato meno fin qui o a chi ultimamente è stato impiegato poco, il tecnico del Ravenna deve comunque fare i conti con le indisponibilità di Selleri e di Mandorlini, quest’ultimo alle prese con un risentimento muscolare, oltre a quelle, già note, di Derjai, Grandoni e Mingozzi. Prima convocazione nel gruppo per Daniel Cappello, classe ’99, difensore della Juniores.

Anche questo turno, come i precedenti, sarà in gara unica: in caso di parità al 90’ si tireranno i rigori. La vincente di questa partita affronterà poi negli ottavi, in programma mercoledì 23 novembre, la vincente di Jesina-Civitanovese.

Per dirigere questa partita è stata designata una terna veneta-friulana: direttore di gara sarà Niccolò Panozzo di Castelfranco Veneto, alla sua seconda stagione nei quadri della Can D, che ritrova i giallorossi dopo averli diretti l’11 gennaio 2015 a Cattolica nel big-match di Eccellenza: vinse il Ravenna 1-0. Entrambi a fine stagione hanno festeggiato il salto in D. Assistenti Lazzaroni e Lamannis di Udine.

 

 

 

L’elenco dei convocati del Ravenna FC 1913

 

Portieri: Spurio (‘98), Venturi.

Difensori: Cappello (’99), Ferri (’99), Foschi (’97), Giacomoni, Venturini (’96), Voria (’96).

Centrocampisti:Ambrogetti, Ballardini, Boschetti (’97), Forte, Guagneli (’97), Rrapaj (’97), Sabba (’98).

Attaccanti: Graziani, Innocenti, Luzzi (’97), Zhytarchuk (’96), Zuppardo