Giallorossi costretti al risultato contro il Perugia per continuare a sperare nei playout

Rinfrancati dalla vittoria di Imola ed aggrappati con i denti alla speranza di conquistarsi un posto ai playout il Ravenna si appresta al classico scontro Davide contro Golia, con la speranza di ricalcare le orme del racconto biblico. Golia di turno che in questo caso veste i panni del Perugia, una corazzata che a soli tre punti dal Padova continua a lottare per la vittoria del campionato e per potere riabbracciare la serie B lasciata meno di un anno fa. Non servono tante parole per presentare una delle big del nostro girone, squadra più che completa in ogni reparto come imoniato dal fatto che ben 17 giocatori diversi sono riusciti ad andare a rete in questa stagione. La squadra di Caserta dopo un avvio stentato ha preso coscienza della realtà della serie C ed ha iniziato ad inanellare risultati su risultati, mantenendo sempre la pressione sulla prima della classe. All’andata, nonostante un buon Ravenna, fu Minesso il mattatore dell’incontro con una tripletta. Colucci sempre alle prese con l’affollata lista degli indisponibili, anche in questa gara dovrà fare fronte a varie assenze, oltre ai lungodegenti infatti, anche Franchini, Vanacore, Emnes, Meli e Benedetti non faranno parte della gara. Recuperati e disponibili Alari e Caidi. Al di là della risicata lista convocati, i giallorossi dovranno farsi forza del successo di Imola che ha mantenuto accese le prospettive di salvezza, ma per non rendere ancora più proibitivo lo scontro diretto con l’Arezzo dovranno evitare di perdere terreno in questa giornata. Servirà un Ravenna attento come non mai per concedere il minimo possibile ed altrettanto abile a riuscire a sfruttare al massimo le opportunità concesse dalla retroguardia del Perugia.

Fischio d’inizio alle 17,30 per una partita con motivazioni a mille per entrambe le squadre, costrette a vincere per mantenere in vita i rispettivi obiettivi.

Nella conferenza stampa pre partita il mister giallorosso ha introdotto così la gara: “Veniamo da una buona prestazione condita anche dal risultato. Avremo tre partite vitali da affrontare buttando il cuore oltre l’ostacolo a partire da quella di domani con il Perugia. Affronteremo una squadra forte, completa in ogni reparto, fisica e ben allenata. Ciò non toglie che noi dovremo fare la partita e, come sempre, dare il massimo cercando di fare punti a prescindere dall’avversario.”


Direttore di gara: Adalberto Fiero (Pistoia)

Assistenti: Nicola Tinello (Rovigo),  Orazio Luca Donato (Milano)

Quarto uomo: Tommaso Zamagni (Cesena)

 

CONVOCATI

Portieri: 32 Marco Albertoni ’95, 22 Matteo Raspa ’01, 34 Matteo Tomei’ 84

Difensori:  4 Christian Shiba  ’01, 14 Enrico Zanoni ’99, 15 Roberto Codromaz ’95, 25 William Jiday ’84, 30 Matteo Perri ’98, 31 Corentin Fiore ’95, 33 Matteo Boccaccini ’93, 23 Nebil Caidi ’88, 2 Alberto Alari ‘99

Centrocampisti: 5 Marco Fiorani ’02,18 Ludovico Rocchi ’97, 26 Gianluca Esposito ’95, 27 Salvatore Papa ’90, 17 Simone Mancini ’01, 11 Marco Marozzi ’99

Attaccanti: 7 Daniele Ferretti ’86, 20 Riccardo Martignago ’91, 21 Marcello Sereni ’96