È stato presentato oggi in Comune il nuovo marchio del calcio ravennate, “Ravenna Football Club”, che, attraverso la convergenza di Ravenna Sport 2019 e Virtus Ravenna, intende rappresentare il calcio cittadino.

In apertura dell’incontro, l’Assessore Guido Guerrieri ha sottolineato l’importanza di questo momento, come passo ulteriore del percorso avviato un anno fa da Ravenna Sport 2019: “Venivamo da una situazione veramente deprimente e partendo dal nulla la società ha avviato un percorso convincente e pulito, ricostruendo la squadra e riavvicinando le persone al calcio. A Ravenna ci sono ancora tante persone che amano e seguono il calcio, come abbiamo visto in occasione della festa del centenario: grazie a una struttura societaria, a una cooperativa fatta di persone capaci e legate al territorio è stato possibile raggiungere risultati incoraggianti, per cui l’auspicio è che si possa continuare in questa direzione.”. Anche il Vice Sindaco Giannantonio Mingozzi ha ribadito quanto sia importante ricostruire un’immagine adeguata a Ravenna e non disperdere il patrimonio storico del calcio cittadino. In quest’ottica Mingozzi ha rivolto un appello volto a fare in modo che i beni ancora sotto asta giudiziaria possano “tornare a casa”, così come è stato fatto per  i trofei e per il vecchio logo.

Il Presidente di Ravenna Sport 2019 Giorgio Bartolini ha poi tracciato un bilancio del lavoro svolto, sottolineando come il nuovo logo rappresenti l’atazione di quanto è stato e potrà essere fatto:  “In questo anno abbiamo lavorato molto, in particolare per migliorare l’assetto tecnico. Dobbiamo continuare a insistere su questo aspetto perché le difficoltà non sono finite, anzi quest’anno ci dovremo confrontare con un livello più alto, per cui dobbiamo continuare ad aggiornarci. È nostra intenzione fare in modo che la unità di intenti che contraddistingue l’assetto societario si trasferisca sul gruppo dei giocatori, che devono rappresentare Ravenna. Per andare avanti con il nostro progetto, è necessario allargare la base dei soci e degli sponsor, per cui rivolgo un appello a tutti gli sportivi ravennati affinché possano aiutarci a crescere.”. L’importanza di ampliare la base sociale è stata confermata anche da Emiliano Battistini, direttore generale di Arco Lavori, che ha espresso soddisfazione per il lavoro svolto dalla società. Ed è proprio grazie al contributo che Arco Lavori ha dato fin dall’avvio del percorso di Ravenna Sport 2019, che è stato possibile porre le basi per la messa in atto di questa nuova fase per il calcio cittadino.

Alla base del progetto c’è infatti l’intenzione di costruire una società rappresentativa dell’intera città e duratura nel tempo, come ha sottolineato Samuel Gasperoni, Club Manager di Ravenna FC, nel presentare il logo e i suoi elementi caratterizzanti, che confermano un forte senso di appartenenza con l’identità della città e la sua storia. Il logo del club che vuole rappresentare Ravenna nel calcio infatti non può prescindere dai colori e dai simboli che da sempre caratterizzano la città. In esso si ritrovano infatti il rosso e il giallo, gli antichi smalti di Ravenna capitale imperiale, sempre presenti nell’iconografia legata alla città, i due leoni che dal Medioevo campeggiano nell’araldica ravennate e il pino con le radici scoperte e con nove pigne dorate nella chioma, evidente allusione alle nostre pinete.

Nel corso della conferenza è stata inoltre presentata un’anteprima del sito internet di RavennaFC, che sarà on line dal 26 agosto. Il sito sarà lo strumento privilegiato attraverso cui comunicare la vita del club, per essere il punto di riferimento per tutte le anime di questo progetto. La realizzazione del logo e del sito internet sono curate dalla web agency ravennate Canale Creativo, specializzata nella realizzazione di progetti legati al web e alle nuove tecnologie, che affiancherà Ravenna FC nella gestione dell’immagine e della comunicazione.